Chi mi segue

Visualizzazioni totali

sabato 22 ottobre 2011

Babà

Dopo tutti i dolci con le mele ed il Mont Blanc, il Babà è il mio dolce preferito. Quando mi sono sposata avevo azzardato l'ipotesi di fare, come torta nuziale, un enorme Babà, ma la cosa era poco gestibile e così ho optato per altro, ma nel buffet dei dolci non sono di certo mancati.
Non è la prima volta che li preparo, ma in questa occasione, ho usato la mia nuova planetaria della Kenwood che ha semplificato di molto le cose. Le altre volte farli a mano è stato un vero lavoraccio. Il risultato è stato positivo ma, questa volta la differenza l'ho percepita eccome.
La ricetta è quella della mia nonna che di dolci se ne intendeva alla grande e, girando per il web, ho visto tante altre ricette molto simili e così io continuo a fare questa, anche perchè il prodotto finito è di tutto rispetto.

Dosi per 12 babà piccoli ( h 6cm e diametro 4,5 )  o per 1 Savarin grande


Per l'impasto:
125 gr di burro
250 gr di farina 00
50 ml di latte
1 panettino di lievito di birra ( quello classico da 25 gr che si compra ovunque )
5 gr di sale
4 uova
30 gr di zucchero

Per la bagna:
 1/2 lt di acqua
500 gr di zucchero
1 bicchierino di Rum  ( o per chi preferisce limoncello )

Decorazione:
2 cucchiai di marmellata di albicocche
1 cucchiaio di acqua


Sciogliete il lievito nel latte tiepido con 2 cucchiaini di zucchero mescolate per poco tempo e aspettate che in superficie si formi un pò di schiumetta.
In una planetaria munita di gancio, inserite la farina setacciata e cominciate a far andare alla minima velocità. Aggiungete le uova sbattute con il sale e in seguito il composto con il lievito e il latte.
Amalgamate molto bene sempre al minimo della velocità. Se vedete che sulle pareti della ciotola è rimasta della farina o dell'impasto, spegnete la planetaria e con una spatola spingete il tutto verso il basso in modo che il gancio possa " pescare " bene tutto.
Nel frattempo ammorbidite bene lo zucchero con il burro a pomata e versatelo al resto dell'impasto. A questo punto aumentate la velocità e lasciate andare per almeno 5 minuti.
Il composto che si ottiene deve essere liscio ed omogeneo. Nel frattempo prendete una ciotola capiente e imburratela bene, a questo punto versateci il composto, coprite con della pellicola e lasciate lievitate in un ambiente tiepido ( sui 24° ) per almeno un'ora e 1/2. Se vedete che la vostra cucina è freddina create una camera di lievitazione accendendo la luce del vostro forno e mettendoci dentro l'impasto.
Una volta trascorso il tempo, prendete gli stampini da babà o lo stampo da savarin, imburrateli bene e versate il composto per metà. Lasciate lievitare per altri 20 minuti.


Infornate a 200° per 10' e a 180° per altri 10'
Lasciate poi raffreddare bene
Preparate lo sciroppo facendo bollire l'acqua con lo zucchero. Una volta raggiunta l'ebollizione, spegnate la fiamma e versate il bicchiere di Rum.
Quando i babà saranno ben freddi immergeteli nel liquido ben caldo e lasciateli stare un pò lì in modo che si inzuppino per bene.
Versateli su un piatto da portata e spennellateli con la marmellata di albicocche allungata con l'acqua e intiepidita leggermente.

Potete mangiarli così al naturale, aggiungendo se, amate i sapori più decisi, ancora un pò di sciroppo al Rum,oppure aprirli a metà e farcirli con della panna montata e dei frutti di bosco.
Nel caso del Savarin in genere all'interno ci si mette la crema sempre con qualche fragolina, ma per i più golosi si può optare per la panna montata.

Buon appetito.

2 commenti:

Mary, tra diritto e ricette ha detto...

Ottimi Valeria! Li proverò, mi intrigano troppo, poi a natale forse la planetaria....

Mary, tra diritto e ricette ha detto...

Buoni Valeriaaa! Come mi intrigano, credo che li proverò anche senza planetaria...